Beppino Occelli

Regione

Latte e derivati

Beppino Occelli

Beppino Occelli

La storia di questa splendida realtà del panorama caseario piemontese ha inizio nel 1976, quando Beppino Occelli fondò l’omonima azienda.

Il punto di partenza e l’inizio dell’avventura è il burro. Questo perché è stato un pioniere del burro. In Italia era prevalentemente diffusa la cultura mediterranea e l’olio era l’alimento principe, con il burro quasi demonizzato: basti pensare a quando negli anni ‘80-’90 si dava una fetta di pane col burro e tanti storcevano il naso.

Beppino Occelli ha puntato forte su questa scelta, su una materia prima eccellente.

Partito alla ricerca di pascoli migliori, per avere un prodotto eccellente, non si è soffermato solo in Piemonte, valorizzando però l’italianità del prodotto. La zona di raccolta del latte riguarda infatti l’arco alpino
Dopo aver individuato la materia prima, via alla produzione per centrifuga: si tratta del fatto che le panne vengono scremate dal latte in maniera più semplice per ottenere un prodotto più puro a dispetto della tecnica dell’affioramento (ci vogliono circa 48 ore).

 

 

Segui l’azienda sui social:
Facebook | Instagram

Beppino Occelli

L’attenzione dell’azienda, dopo il burro, non poteva che ricadere dopo il burro che sul formaggio, sempre con la stessa impronta mentale: l’artigianalità al servizio della qualità. Prima si è andati a riscoprire le antiche ricette che le donne di Langa, patrimonio UNESCO, tramandavano. Ogni casa, ogni cascina aveva infatti il suo modo di fare il formaggio. Le tume di Langa, ad esempio, erano andata perse come tipologia di produzione col passare degli anni. Beppino Occelli per la sua azienda è andato a ricercare e recuperare antiche ricette per poter reinventare veri gioielli caseari che possono essere considerati dei veri tuffi nei sapori del passato.

Tra gli elementi fondamentali per l’azienda oltre al benessere degli animali, poiché tutte le stalle sono state selezionate con altissimi parametri riguardanti il rispetto e la tutela gli animali in modo da poter contare su una filiera molto controllata, c’è senz’altro il fattore umano con l’artigianalità dei maestri casari che massaggiano manualmente le forme e le materie prime. I diversi collaboratori sono strettamente collegate al territorio poiché risiedono tutte nel territorio. Questo ha permesso di ridare vita a una valle quasi dimenticata oltre che a dare un forte senso di appartenenza e di voglia di far primeggiare i prodotti locali.

<h2>Nel segno del rispetto del territorio</h2><p>Il latte utilizzato è orgogliosamente 100% italiano e, ovviamente, la sua disponibilità di latte non è mai costante; esempio ne è il latte di capra, disponibile solo in alcuni periodi dell’anno.<br />Il fatto di seguire questa “pratica” rende ogni prodotto di Beppino Occelli un vero capolavoro di artigianalità, perché legato fortemente e in maniera indissolubile ai più alti concetti di terriorialità e stagionalità.</p>

Nel segno del rispetto del territorio

Il latte utilizzato è orgogliosamente 100% italiano e, ovviamente, la sua disponibilità di latte non è mai costante; esempio ne è il latte di capra, disponibile solo in alcuni periodi dell’anno.
Il fatto di seguire questa “pratica” rende ogni prodotto di Beppino Occelli un vero capolavoro di artigianalità, perché legato fortemente e in maniera indissolubile ai più alti concetti di terriorialità e stagionalità.

Prodotti

Questo sito o gli strumenti di terzi utilizzati al suo interno si avvalgono di cookie (tecnici e di profilazione) per:
– il corretto funzionamento del sito
– generare delle statistiche di navigazione
– mostrarti pubblicità in modo non invasivo
Proseguendo la navigazione su questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Cookie policy